La storia

L’Istituto Rossini nasce da un’idea di Oreste Leo, professore di Pedagogia e Filosofia dell’Istituto Magistrale Pimentel Fonseca di Napoli.

Professore atipico e molto attivo, appassionato della metodologia innovativa e sperimentale,  ha come modello la scuola americana e la didattica aperta dei grandi pedagogisti italiani.

Da qui la nascita del primo “Istituto Rossini” nel 1956 a Napoli, presso la strada omonima nel cuore del Vomero, un modello di esperienza sul campo per le entusiasmanti teorie delle “open classroom”, della didattica della manipolazione ed il metodo globale; l’insegnamento della lingua inglese già dalla scuola dell’infanzia.

L’introduzione dell’informatica avviene già nei primi anni ’80 , passando dal Basic dei Commodor 64 alle ultime novità dei nostri  giorni di Windows, Office, Internet, strumenti ad oggi in uso nelle classi.

Attualmente la grande passione per la didattica e per tutto ciò che è innovativo continua con il figlio Giorgio Leo, uomo testardo e coraggioso che quotidianamente sfida le difficoltà del fare “SCUOLA” scontrandosi con l’etica della professione, l’amore per i bambini e l’essere imprenditore oggi.

L’attuale sede dell'”Istituto Rossini” è sita nel quartiere Colli Aminei nei pressi della zona ospedaliera.